Metodo pedagogico

Il metodo pedagogico applicato all'Asilo nido comunale Piccole Querce si basa sull'educazione ludica: il bambino impara giocando! 

 

I principi pedagogici sui quali si basano le relazioni e le attività educative sono:

 

1)      Comunicazione consapevole ed efficace per rispondere alle esigenze emotive del bambino

 

È fondamentale conoscere e capire il linguaggio del bambino per poterlo comprendere ed accogliere. Si tratta di una comunicazione a volte non immediata, perché non passa attraverso un linguaggio verbale strutturato. Il bambino piccolo ad esempio comunica molto attraverso il pianto, che quindi non deve essere trascurato perché ciò significherebbe non ascoltarlo. E’ importante rispondere a tale richiesta in modo paziente, non considerandolo un capriccio, ma una richiesta di aiuto. Lo stesso vale per tutti gli altri comportamenti non verbali che devono essere sempre osservati e compresi. La risposta a queste richieste permette al bambino di instaurare una relazione sicura con le educatrici, requisito fondamentale per un inserimento sereno e gratificante.

 

2)      Dare regole chiare e precise, nel pieno rispetto del bambino

 

Una esigenza pedagogica fondamentale del bambino è quella di avere regole chiare e precise da rispettare. Le regole sono un sinonimo di amore, sicurezza, attenzioni, accudimento, interesse, educazione. Un bambino senza regole manifesta disagio ed agitazione, mentre un bambino che sa rispettare le regole è più sereno, sicuro, autonomo. È importante che un bimbo impari a rispettarle, perché questa competenza lo rende capace di inserirsi in modo positivo in qualunque realtà, familiare e scolastica. È altrettanto importante attenersi a queste regole nel pieno rispetto del bambino, senza alzare la voce o ricorrere a forme di comunicazione troppo energiche. Le strategie educative passano attraverso una fermezza nei confronti della regola da rispettare e una “morbidezza” nella comunicazione con il bambino.

 

3)      Alternanza fra gioco libero ed attività strutturate

 

L’asilo è una bella occasione di stimoli nuovi e di attività che altrimenti non si avrebbe l’occasione di svolgere. È altrettanto fondamentale però offrire ai bambini degli spazi in cui esprimersi liberamente attraverso il gioco, scegliendo il materiale e le modalità che preferiscono in quel momento. Diventa quindi importante alternare momenti in cui il bimbo sia libero di fare, esplorare ed esprimersi in base alle proprie esigenze ed i momenti in cui proporgli nuovi stimoli più strutturati.

 

4)      Attività adeguate alle diverse età

 

Dai zero ai tre anni di età, pochi mesi di differenza sono significativi. Un bambino di 18 mesi ed uno di 24 hanno competenze, potenzialità ed esigenze molto diverse. È pertanto fondamentale proporre attività diversificate per fasce d’età, in modo da poter offrire gli stimoli più adeguati a ciascun gruppo.

 

5)      Attività consapevoli con obiettivi specifici

 

C’è una grande differenza fra il proporre attività per occupare il tempo, ed organizzare momenti educativi con consapevolezza e preparazione tecnica altamente specializzata. Nell’asilo verranno scelti degli obiettivi educativi da raggiungere e verranno organizzate attività adeguate e divertenti che però siano anche efficaci rispetto alle competenze che si vogliono stimolare nel bambino.

 

6)      L’asilo come un ambiente educativo ed affettivo in continuità con la famiglia del bambino

 

All’interno della struttura è presente una psicopedagogista che farà da mediatore fra l’asilo e la famiglia, affinché ci sia la massima trasparenza, la conoscenza reciproca e la collaborazione ottimale rispetto agli obiettivi affettivi ed educativi. A tale scopo saranno organizzati momenti aperti in cui i genitori potranno partecipare alle attività dell’asilo insieme ai propri bambini e la possibilità di richiedere consulenze pedagogiche private.

 

7)      Attenzione all’alimentazione e ai comportamenti alimentari

 

Verrà curata l’alimentazione attraverso menù adeguati all’età dei bambini ed alle loro esigenze personali. Il cibo viene preparato in una cucina interna e servito direttamente, senza passaggi intermedi, nella tutela di tutte le norme igieniche, di sicurezza e di qualità. All’interno della struttura vi è un esperto in nutrizione a disposizione sia della cuoca che dei genitori. Le educatrici inoltre porranno particolare attenzione alle dinamiche durante l’ora del pranzo per poter educare i bambini ad una relazione serena ed equilibrata con il cibo.

Contatti

Telefono

041 5201601

 

email info@asilonidopiccolequerce.it

 

Orari di apertura

Lunedi-Venerdì 7.30-17.30

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Cooperativa Sociale Servizi Associati CSSA Via del Commercio 4 30038 Spinea Partita IVA 01898930274